Le sezioni

Cerca nel sito

L'insegnante di sostegno assente per pochi giorni deve essere sostituito?

Non esiste una norma specifica che impedisca di nominare supplenti per sostituire insegnanti di sostegno assenti anche per pochi giorni. Purtroppo è una prassi diffusa, tuttavia, quella di procedere alla sostituzione soltanto nei periodi lunghi (settimane o mesi). A tale proposito si riporta quanto ribadito da una nota inviata dall'esecutivo provinciale Cobas Scuola di Pisa il 14 Dicembre 2009 all'Istituto Comprensivo “M. L. King” di Calcinaia:

"Nel caso di assenza del docente di sostegno non è possibile ricorrere alla sua sostituzione né da parte del docente della classe, né tantomeno da altro docente dell’istituto e va sostituito, non appena assente,  nominando subito, anche per supplenze brevi inferiori ai cinque giorni nella scuola primaria ed a quindici nella scuola secondaria di 1° grado, il supplente con la specializzazione e, solo in mancanza di docenti con il titolo, si può ricorrere a supplenti senza titolo. La stessa nota del 25 agosto 2009 Prot. n. AOODGPER. 12360 sulle istruzioni del conferimento delle suppenze, conferma e chiarisce che l'insegnante di sostegno non è intercambiabile:"In caso di esaurimento degli elenchi degli insegnanti di sostegno compresi nelle graduatorie ad esaurimento, i posti eventualmente residuati saranno assegnati dai dirigenti scolastici delle scuole in cui esistono le disponibilità, utilizzando gli elenchi tratti dalle graduatorie di circolo e di istituto, di prima, seconda e terza fascia, validi per l’a.s. 2009/2010; in caso di esito negativo si ricorrerà successivamente a quelli delle altre scuole della provincia secondo il criterio della viciniorità e, in subordine, si attingerà alle normali graduatorie degli aspiranti privi di titolo di specializzazione".
Sappiamo bene che talvolta  ci sono ancora difficoltà organizzative per “chiamare” i supplenti. Perciò riteniamo che la responsabile collaborazione di tutto il personale sia indispensabile nei casi di emergenza – solo nei casi di emergenza -, che si verificano quando, per esempio, il docente di sostegno si assenta nel corso del servizio o all’inizio della mattinata, quando l’alunno disabile è  già a scuola. Ma l’emergenza può durare qualche ora o al massimo un giorno. E’ necessario, perciò, è obbligatorio che il procedimento per la nomina del supplente del docente di sostegno  sia avviato subito, appena avuta la comunicazione della sua assenza.
"

Fonte: COBAS Scuola

Attenzione:

la redazione di Integrazione Tre Sei declina ogni responsabilità riguardo le decisioni prese in merito alle tematiche di seguito affrontate e non garantisce che le informazioni riportate in questa pagina siano costantemente aggiornate rispetto alla normativa vigente, ricordando che per questioni legali è necessario rivolgersi ad esperti nel settore giuridico.

Torna alla sezione Normativa

Le altre F.A.Q.

Può un alunno con grave ritardo psicomotorio permanere nella scuola dell'infanzia dopo il compimento del sesto anno di età?

L'insegnante di sostegno può essere utilizzato per effettuare sostituzioni dei colleghi assenti?

I bambini che effettuano terapia in orario scolastico presso i centri di riabilitazione hanno diritto all'ingresso e all'uscita al di fuori degli orari stabiliti dalla scuola?

Qual è l'iter per ottenere la certificazione di alunno diversamente abile?